Grandi Prof.!

Cari Amici, Oggi in Italia stiamo assistendo ad una situazione surreale, ad una situazione di stallo, cioè mentre il Paese deve muoversi, non può correre, deve camminare su gambe tanto forti da sorreggere il peso di questa tragedia che ha colpito duramente anche il Nostro Paese. Abbiamo tanti Uomini Forti in Italia, abbiamo Medici, infermieri, operatori sanitari di ogni genere, Farmacisti, commessi dei supermercati, camionisti… tanta gente che non può fermarsi, per garantire a questo Paese di camminare garantendo i servizi essenziali. Ecco tra questa Gente, tra questi Eroi… ci sono quelle persone che continuano a lavorare nel silenzio di tutti… ci sono i Professori, di ogni genere e grado! Oggi voglio dire Grazie a Tutti i Professori d’Italia! In questo momento in Italia i Professori sono chiamati al compito di sorreggere e sostenere la Cultura di questo Paese, l’Educazione alla Professione e l’abnegazione al proprio ruolo. Ruolo è forse troppo forte come termine da utilizzare, dato che la stragrande maggioranza dei Professori Italiani oggi son precari, perché si aspettava il concorso, naturalmente slittato a causa dell’emergenza sanitaria, perché dovrebbero fare un test per dirr loro di aver le competenze, che in largo raggio potrebbe anche andar bene, ma per chi già Insegna, anche in questo momento, potremmo tranquillamente sostenere a gran voce che ha già competenze acquisite negli anni!!! Purtroppo la Professione di Insegnante è stata sempre denigrata nel Nostro Paese, quasi a voler tener questa gente precaria in maniera voluta, studiata. Il Professore Italiano è colui il quale detiene la Cultura e la trasmette, tramanda, attraverso i propri allievi; questi mai presti in considerazione dalle leggi che si son susseguite. Chiunque abbia insegnato, anche un solo anno, sa bene quanto sia importante la continuità Didattica degli Allievi, destinati da anni a cambiar Professore ogni anno scolastico, per poi magari aver addossata la colpa di un programma non terminato. Ebbene, ritengo che i Professori Italiani meritino rispetto! Lancio una Proposta, a Mio parere la più sensata, chiunque abbia insegnato per almeno tre anni, sia statale che paritario (troppo spesso vengono messi in secondo piano i Professori che svolgono il loro dovere di Insegnanti negli Istituti Paritari) vengano chiamati in Ruolo già da questo settembre! Insegnando da almeno tre anni, infatti, si sono già acquisite Tutte le competenze necessarie per poter insegnare di diritto nella Scuola Italiana! La Scuola ha in mano il Presente ed il Futuro di questo Nostro Meraviglioso Paese, ha in mano la Cultura di Generazioni, ha la Responsabilità di Uomini, Donne, Ragazzi e Ragazze che Credono e vogliono ancora Credere nella Nostra Storia, nella Nostra Cultura, nella Nostra Capacità di Agire, come hanno già fatto Tutti i Professori Italiani! Qui non si tratta di fare o non fare un concorso, qui si tratta di dare un impulso Vero e Concreto a Migliaia di Professori che non si son mai tirati indietro, che si son sempre rimboccati le maniche, che hanno sempre lavorato, anche con strumenti non sempre a loro vantaggio, anche con mille difficoltà… ma Sempre con Grande Dignità per il loro Ruolo! Son Fiducioso, che si possa fare davvero qualcosa per questa Categoria in Italia, perché “… non è il più forte quello che alla fine Vincerà, ma chi ha la capacità di affrontare Meglio il cambiamento”! Auspico che chi di dovere possa fare le dovute riflessioni e possa garantire un Presente ed un Futuro al Nostro Paese!!!

Grazie Prof.!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *